Progetto

Competenze digitali degli insegnanti delle scuole professionali

device 3d
Il progetto si concentra sulle competenze digitali degli e delle insegnanti delle scuole professionali a livello federale. Da una parte, ne viene monitorato lo status quo, dall’altra vengono identificate le migliori pratiche, che ne rendono possibile lo sviluppo.

Negli ultimi anni la digitalizzazione sta assumendo un ruolo sempre più capillare nell’ambito formativo. Ciononostante, il livello di competenza digitale degli attori e delle attrici dei sistemi scolastici non si è dimostrato sempre adeguato rispetto alle aspettative. In particolare, a livello internazionale si è evidenziato che gli e le insegnanti non hanno competenze digitali sufficienti per poter integrare nei contesti scolastici un utilizzo efficace ed efficiente delle tecnologie educative (OCDE, 2014). Migliorare le competenze digitali degli e delle insegnanti è dunque indicato da molti come il primo passo per una digitalizzazione funzionale dei sistemi educativi (es. SEFRI, 2017; Confederazione svizzera, 2018).

Tuttavia, a livello nazionale non abbiamo dati sufficienti che ci forniscano il reale livello di competenze tra gli insegnanti, e ciò vale in particolare per le scuole professionali.

Per dare la possibilità di avere un quadro della situazione dettagliato, e per poter orientare meglio le iniziative di sensibilizzazione delle scuole professionali al digitale, il progetto si propone perciò di:

  1. identificare lo status quo delle competenze digitali tra gli e le insegnanti delle scuole professionali;
  2. identificare le migliori pratiche di integrazione delle tecnologie all’interno della didattica della formazione professionale;
  3. rilevare nuovamente il quadro della situazione sulle competenze digitali al termine del progetto, dopo che gli interventi di promozione della digitalizzazione delle scuole promossi a livello federale saranno stati sviluppati.
Metodo

Il rilevamento delle competenze digitali avviene per mezzo di un questionario basato sui principali quadri di riferimento internazionali (es. DigCompEdu 2.0), adattato ed integrato tenendo conto delle specificità della formazione professionale svizzera. Il questionario fornisce ai partecipanti un riscontro sia rispetto alle proprie aree di competenza, sia rispetto alla media generale della propria istituzione (se disponibile), dando così la possibilità di evidenziare le zone che necessitino di eventuale formazione continua.

L’identificazione e l’approfondimento delle migliori pratiche avviene secondo metodi qualitativi e mira a sviluppare materiali a disposizione di tutte le scuole che volessero trarne ispirazione per integrare efficacemente la digitalizzazione nei propri contesti specifici.

Risultati

Il presente rapporto offre uno spaccato importante sul livello delle competenze digitali degli e delle insegnanti della scuola professionale svizzera, a partire da statistiche prevalentemente descrittive. Il quadro d’insieme che risulta mostra che lo stato attuale delle competenze digitali nella scuola professionale si assesta su valori intermedi: se da una parte ciò significa che una certa parte di lavoro iniziato negli ultimi anni ha cominciato a dare i suoi frutti, dall’altra esso mette anche in evidenza un potenziale di miglioramento ancora elevato, sul quale vale tuttora la pena di investire per preparare le scuole professionali alle sfide che la digitalizzazione ha già imposto al mondo del lavoro e per rispondere alle esigenze che le politiche educative hanno messo in evidenza.

Un dato importante emerge in relazione al ruolo della formazione continua: da una parte, chi ha svolto formazione sui temi della trasformazione digitale manifesta un punteggio di competenza digitale maggiore, rispetto a chi non ha partecipato a corsi di formazione. Dall’altra, la maggior parte degli e delle insegnanti riconosce la necessità di una formazione continua specifica per integrare efficacemente le tecnologie digitali nella pratica di insegnamento.

Al netto di tutte le difficoltà che ha comportato per il corpo insegnante e per le direzioni scolastiche, l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 ha anche offerto l’occasione per un impulso importante allo sviluppo delle competenze digitali e di un atteggiamento favorevole all’integrazione delle tecnologie nei processi di insegnamento e apprendimento. Come rilevato dall’analisi delle sfide e dalle opportunità identificate dalle e dagli insegnanti, nonostante lo sforzo iniziale, l’emergenza ha consentito di scoprire possibilità per seguire in modo più puntuale le persone in formazione, implementando una didattica più personalizzata e al tempo stesso più inclusiva.

In definitiva, i dati rivelano dunque un incremento significativo dell’utilizzo della tecnologia nell’insegnamento e l’intenzione della maggior parte degli insegnanti di continuare a utilizzare tali strumenti digitali. Ci aspettiamo che gli strumenti digitali vengano integrati sempre più efficacemente nell’insegnamento in classe e che il loro utilizzo contribuisca a un incremento della qualità dell’insegnamento.

Pubblicazioni
Transfer nella pratica
Formato: 2022
Presentazioni
Stato del progetto: 
In corso
Data: 
da 1.1.2020 a 30.6.2022
Dipartimento: 
Responsabile di progetto: 
Collaboratori-rici: 
Funding: 
Segreteria dello Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI)

Nutzen Sie die Umfrage im Rahmen des trans:formation-Programms für eine Standortbestimmung an Ihrer Institution