Conclusione del progetto sulla resilienza del personale infermieristico

Su mandato del Canton Ticino, la SUFFP ha analizzato che cosa serve al personale infermieristico per lavorare a lungo termine nel settore sanitario e come può essere reinserito il personale di cura non più attivo in tale professione.

Adobe Stock / galitskaya

I risultati mostrano l’importanza di investire negli aspetti psicosociali del benessere e in particolare in quattro aree prioritarie di intervento: crescita e sviluppo professione del personale, salute e sicurezza, rapporti sociali positivi e conciliabilità tra lavoro e vita privata. Nell’ambito della formazione e formazione continua vale la pena operare un investimento in tutte le fasi della carriera lavorativa, ad esempio nella formazione di base, nella socializzazione alla professione, nell’inserimento in nuovi servizi sanitari a seguito di un turnover organizzativo nonché in percorsi di reinserimento e di formazione continua. Inoltre, le formazioni continue possono contribuire al miglioramento della sicurezza e della salute sul posto di lavoro. Infine, è necessaria una migliore conciliabilità tra lavoro e vita privata del personale di cura anche di coloro che sono liberi da impegni familiari.