29 settembre 2022, 18:00–20:00
SUFFP Lugano

L'epoca dell'ozio produttivo: verso una nuova frontiera della produzione

Il ‘fordismo 'dolce’ di Adriano Olivetti, l’ideale umanistico di cooperazione lavorativa e di convivenza sociale, il progetto di welfare di comunità e il rapporto osmotico col territorio della sua fabbrica/laboratorio, come si ripresentano, oggi, nelle comunità del rancore e nel pluriverso lavorativo, nella fabbrica diffusa frammentata e atomizzata? L’attualità inattuale di Olivetti risiede nella proposta di ripensare la responsabilità solidale come ‘fare in comune’, come cura dell’insieme delle relazioni lavorative, sociali, culturali, oggi attraversate dalla solitudine e dall’impotenza.

Copertina Nel solco di Adriano Olivetti
SUFFP / CFC

Relazione

  • Christian Marazzi, economista, ha insegnato alla State University di New York e alle Università di Losanna e di Ginevra. Dopo aver lavorato come economista presso il Dipartimento della Sanità e della Socialità, ha insegnato socio-economia e sociologia del lavoro presso la SUPSI, dove è stato responsabile della ricerca in campo sociale. È autore di diverse ricerche e pubblicazioni sulle trasformazioni del lavoro e sulla finanziarizzazione dell’economia in epoca post-fordista.
  • Fabio Merlini, direttore regionale SUFFP

Moderazione

Siegfried Alberton, responsabile regionale Formazione continua SUFFP

Per motivi organizzativi è gradita l'iscrizione. L'incontro sarà seguito da un rinfresco.