Il progetto di mobilità si aggiudica l’Enterprize 2022 al Convegno SUFFP

Chi vive e lavora un paio di mesi in un’altra regione della Svizzera, impara molto: è quanto promuovono i Cantoni Lucerna, Ticino e Vaud con il programma Swiss Mobility per giovani professioniste e professionisti. Con il patrocinio di Guy Parmelin, la fondazione SVC per lo spirito imprenditoriale e la Scuola universitaria federale per la formazione professionale conferiscono loro per questo motivo l’Enterprize 2022. Il premio è stato consegnato oggi in occasione del 50° anniversario della SUFFP dedicato alla sostenibilità nella formazione professionale.

Vincitore Enterprize 2022
Da sinistra a destra: Adrian Wüthrich, Presidente del Consiglio della SUFFP, Michael Fahrni, Presidente fondazione SVC per lo spirito imprenditoriale, Claire Veri Sanvito e Daniel Preckel, vincitori Enterprize 2022, Nicole Meier, Responsabile del settore formazione dell'Unione svizzera degli imprenditori e Barbara Fontanellaz, Direttrice SUFFP
SUFFP / Ben Zurbriggen

I Cantoni Lucerna, Ticino e Vaud si aggiudicano l’Enterprize 2022 per il loro programma comune di scambio Swiss Mobility. Il progetto lanciato nel 2015 sfrutta in modo mirato il potenziale del plurilinguismo svizzero: apprendiste e apprendisti diplomati che svolgono uno stage in un’altra regione della Svizzera, hanno la possibilità di arricchirsi a livello professionale e linguistico e di allargare i loro orizzonti.

Secondo la giuria indipendente si tratta di un programma convincente, innovativo ed efficace. Oggi la giuria ha premiato con l’Enterprize 2022 tre eccellenti progetti nella formazione e formazione continua professionale. Il primo posto lo ha assegnato a Swiss Mobility conferendogli un corrispettivo in denaro di 10 000 franchi.

Alla piattaforma didattica Holzbau-LAB di Holzbau Schweiz, accessibile a tutte le aziende svizzere attive nelle costruzioni in legno per la formazione continua nel settore e al progetto Spirito e azione imprenditoriale nelle scuole professionali della Conferenza svizzera dei direttori e delle direttrici delle scuole professionali, che promuove il tema dell’imprenditorialità nelle scuole professionali, è corrisposto un compenso di rispettivamente 5000 franchi.

Consegna dei premi in occasione del Convegno dell’anniversario della SUFFP

I premi sono stati consegnati in occasione del Convegno odierno del cinquantesimo anniversario della SUFFP. L’evento nel Kursaal di Berna era dedicato al tema della sostenibilità nella formazione professionale. «L’assunzione di responsabilità e l’impegno per la sostenibilità devono essere parte integrante dello spirito e dell’azione imprenditoriale», ha sostenuto il Consigliere federale Guy Parmelin nel suo discorso. «Con il vostro spirito imprenditoriale contribuite tutte e tutti al continuo progresso della formazione professionale», così ha omaggiato i premiati.

«Con l’evento odierno siamo lieti di celebrare anche i 50 anni della nostra istituzione», ha affermato la direttrice della SUFFP Barbara Fontanellaz. «Insieme a voi ci impegniamo oggi e in futuro per una solida formazione professionale in Svizzera In occasione del suo cinquantennale, la SUFFP pubblica un volume per l’anniversario con articoli di autori e autrici della SUFFP sul tema didattica e situazioni.

Promuovere la sostenibilità nella formazione professionale

L’obiettivo del convegno era rafforzare una comprensione comunesulle questioni centrali della sostenibilità nella formazione professionale e discutere di approcci pratici con i quali è possibile promuovere la sostenibilità nella formazione professionale. Esperte ed esperti della SUFFP hanno fornito una panoramica delle loro ricerche sulla sostenibilità economica, ecologica e sociale nella formazione professionale. Rappresentanti della Confederazione, dei Cantoni e delle organizzazioni del mondo del lavoro hanno discusso sfide e opportunità. Inoltre, sono stati presentati più nei dettagli progetti concreti di sostenibilità della formazione professionale.

«In special modo nella formazione professionale ci si pone la domanda su che forma dovrà avere il futuro e quali competenze saranno richieste», così si è espressa la relatrice principale Noora Buser, esperta di innovazione ed economia circolare nonché co-presidente di Impact Hub Svizzera. «Nei workshop sulla sostenibilità con persone in formazione noto che molte di esse sono particolarmente motivate e hanno buone idee. A questo proposito è importante che le aziende formatrici accolgano le loro idee con apertura.» La sfida principale è abbandonare i modelli di pensiero abituali.

La Fondazione SVC per l’imprenditoriasi assume la responsabilità sociale, si è prefissata come obiettivo di promuovere lo spirito imprenditoriale in tutte le regioni economiche della Svizzera e di migliorare la sensibilità della società per condizioni quadro favorevoli all’imprenditoria. A tale scopo focalizza la sua attenzione sui due campi d’attività: innovazione ed eccellenza nonché formazione all’imprenditorialtà. Per l’Enterprize, la fondazione riceve il sostegno finanziario di Infrasuisse, IngCH Engineers Shape our Future, Integra nonché USIC e il gruppo Hammer. La SUFFP è partner specializzata della Fondazione SVC per l’imprenditoria in riferimento all’assegnazione dell’Enterprize.